Passare da Adobe Muse a WordPress

Passare da Adobe Muse a WordPress


Nella maggior parte dei casi, Adobe Muse i proprietari di siti Web decidono di migrare verso WordPress perché desiderano migliorare le prestazioni del loro progetto, generare più traffico e ottenere un fornitore di hosting affidabile a costi ragionevoli.

Quando si tratta di WordPress, il sistema può soddisfare tutte queste esigenze e anche di più. Le sue potenti opzioni di integrazione, la versatilità di modelli e plug-in nonché i costi ragionevoli lo fanno prevalere su Adobe Muse, anche se sono necessarie alcune conoscenze di codifica per funzionare successivamente con il servizio.

Un altro vantaggio è l’opportunità di scegliere un provider di hosting fidato. WordPress lo consiglia ufficialmente Bluehost a tutti i suoi utenti grazie alla reputazione, flessibilità, sicurezza e funzionalità della piattaforma. Il piano Bluehost più economico ti costerà $ 2,95 / mese, ma otterrai molti vantaggi per questo prezzo, tra cui velocità di caricamento della pagina elevata, maggiore sicurezza, marketing di contenuti esteso e opzioni SEO, funzionalità di e-commerce e molti altri. Quindi, se c’è qualcosa di cui non sei soddisfatto, mentre usi Adobe Muse, dovresti assolutamente passare a WordPress.

Tieni presente che la procedura di migrazione da un servizio a un altro può essere abbastanza scrupolosa a causa delle differenze tra le piattaforme. Il fatto che Adobe Muse sia un costruttore di siti Web e WordPress un CMS implica un processo di migrazione conseguente e attento, tra cui sfumature tecniche, inoltro del traffico, contenuto adeguato e trasferimento di nomi di dominio, conservazione delle posizioni dei motori di ricerca di siti Web ecc. Una tale ampia versatilità di misure implica approccio deliberato. Ecco una panoramica dettagliata delle opzioni che puoi scegliere quando decidi di migrare da Adobe Muse a WordPress.

Trasferimento da sito Web Adobe Muse a WordPress: professionale o fai-da-te?

In realtà, non importa quali competenze di web design hai attualmente e se lo hai già fatto in precedenza: ci sono più problemi che potresti incontrare durante il processo. Pertanto, è possibile prendere in considerazione due modi per completare il processo di migrazione con la massima efficacia. Eccoli qui:

Migrazione automatizzata di siti Web

Se questa è la tua prima esperienza di trasferimento su un sito Web o non desideri preoccuparti delle sfumature di migrazione del progetto da solo, puoi provare il seguente metodo. Per cominciare, dovresti prima esportare il tuo sito Web Adobe Muse come HTML e poi convertilo in WordPress.

Esportazione da Adobe Muse a HTML

Questo può essere fatto sia integrando plugin WP speciali sia nel modello manuale. Ricorda, tuttavia, che non è abbastanza facile farlo per gli utenti non esperti, poiché qui sarà ancora richiesta una certa conoscenza delle nozioni di base sulla codifica. Quindi, perché non assumere uno specialista per farlo per te?

Assistenza professionale

Mentre l’applicazione di programmi automatizzati per la migrazione di siti Web è piuttosto rischiosa, assumere professionisti è una soluzione molto più ragionevole. Gli esperti hanno la conoscenza diretta di tutti i passaggi e le azioni che il processo comporta. Allo stesso modo, hanno l’esperienza di completare tali compiti, quindi il tuo progetto non sarà il primo nella lista. Inoltre, sono a conoscenza di tutti i parametri e le sfumature speciali di ogni servizio con cui lavorano, il che riduce i rischi disponibili e aumenta le possibilità di successo sin dal primo tentativo.

passa dalla musa di adobe al wordpress

Un altro aspetto che parla a favore dei rapporti con i professionisti è il fatto che sarai in grado di rimanere in contatto con loro dopo che il lavoro è finito. Se ci sono problemi o bug che ti preoccupano o hai qualche domanda, li contatterai in qualsiasi momento per risolvere i problemi.

Quale opzione scegliere? Spetta solo a te prendere la decisione finale, avendo precedentemente valutato tutti i pro e i contro di ciascuna delle opzioni sopra elencate. Tuttavia, c’è un’altra soluzione da cercare: potresti provare a completare il processo da solo, soprattutto se hai una certa esperienza di web design. Sei pronto a provarlo? Quindi la seguente guida potrebbe esserti utile, fornendo un breve elenco di misure e azioni che dovresti fare per completare il processo con il minimo fastidio e il massimo risultato.

Come passare da Adobe Muse a WordPress – La guida definitiva

Se hai valutato tutti i pro e i contro dei metodi di migrazione del sito Web Adobe Muse-WordPress disponibili e hai ancora deciso di completarlo in modo indipendente, non avrai bisogno di una guida affidabile che aumenti le tue possibilità di successo lo sforzo. Ecco l’elenco dei passaggi indispensabili:

  1. Installa WordPress. Come CMS, WordPress richiede il download e l’installazione preliminari. Non c’è nulla di complicato in questo processo: basta seguire le linee guida che il sistema genera per completare l’installazione in un paio di minuti. Se si verificano ancora problemi a metà del processo di installazione, ci sono più tutorial e video da sfogliare per aiutarti a gestire l’attività con facilità.
  2. Scegli il provider di hosting. Come accennato in precedenza, WordPress non offre hosting integrato e, pertanto, è necessario scegliere un provider attendibile prima di procedere effettivamente al processo di migrazione. Scopri i termini e i prezzi di abbonamento offerti dai sistemi per scegliere la soluzione più ragionevole. Come abbiamo già notato, Bluehost è uno dei servizi più credibili da scegliere. Nel caso in cui il tuo sito Web Adobe Muse abbia già un nome di dominio registrato, dovrai spostarlo sul nuovo host in una sola volta per non perdere il traffico del sito Web e le posizioni SEO. Controlla i termini del trasferimento del dominio e segui le linee guida per completare l’attività.
  3. Esporta contenuto da Adobe Muse. Per esportare tutto il contenuto dal tuo sito Web basato su Muse, devi prima crearne la versione HTML. Per fare ciò, accedi al pannello di controllo del sistema, trova la scheda File e quindi seleziona il passaggio “Esporta come HTML”. Ecco come copiare gli elementi richiesti.
  4. Converti il ​​sito Web HTML in WordPress. Puoi farlo in diversi modi. Il primo implica il trasferimento manuale di tutti gli elementi. Crea i tipi di file di base e inseriscili in una nuova cartella dei temi. Quindi porta il CSS del tuo sito Web esistente sul foglio di lavoro WP e dividi il sito Web HTML in più parti per creare diverse PHPcopie dei tuoi file HTML che consentono a WP di metterli insieme in seguito. Modifica il formato dell’intestazione per renderlo compatibile con il CMS e carica il modello per il tuo nuovo progetto. Tuttavia, diventa chiaro che questa opzione è piuttosto impegnativa per gli utenti regolari. Pertanto, ha senso scegliere un altro metodo: l’uso dei plugin WP per la conversione di siti Web. Basta navigare sul Web per selezionare uno dei plug-in di trasferimento WP richiesti, installare il nuovo tema e quindi importare il sito Web Adobe Muse HTML su WordPress. È abbastanza semplice e veloce per tutti.
  5. Importa immagini. Adesso è il momento di importare foto. Se WordPress non supporta l’importazione automatica di immagini, dovrai farlo anche manualmente. Con questo scopo, dovrai installare e quindi attivare uno speciale plug-in WP noto come “Importa plug-in di immagini esterne”. Non appena lo fai, vai alla pagina “Media → Importa immagini” e sposta le immagini richieste.
  6. Verifica e configura i permalink di WordPress. Quando sposti il ​​tuo sito Web Adobe Muse su WordPress, non dimenticare di controllare e personalizzare gli URL appena generati. Se necessario, personalizza tutti i permalink necessari per il corretto reindirizzamento del traffico e la conservazione delle posizioni SEO del tuo sito web.
  7. Sposta tutti i file rimanenti. Alcuni file potrebbero essere lasciati sui server Adobe Muse. Controllali per spostarli manualmente sul tuo nuovo sito Web WordPress.
  8. Personalizza il nuovo progetto. Infine, è necessario personalizzare i dettagli del nuovo sito Web basato su WordPress per dargli il design e la funzionalità preferiti. Verifica la disponibilità di tutti i meta tag per ogni pagina e tutti i tag alt per ogni immagine. Questo è un modo infallibile per mantenere le posizioni disponibili nei motori di ricerca.

Linea di fondo

È un po ‘complicato definire il processo di passaggio da Adobe Muse a WordPress semplice. Questo perché è necessario occuparsi del trasferimento dei contenuti e dei nomi di dominio, nonché della scelta dell’hosting. Ciò richiede sicuramente molto tempo, principalmente a causa delle distinzioni dei sistemi. Di conseguenza, sei tu che devi scegliere il provider di hosting completo e verificare la correttezza e la pertinenza del processo di trasferimento dei file. Ovviamente, ciò richiede un certo grado di esperienza nel web design e conoscenza dei codici.

C’è un altro aspetto che richiede attenzione: non disattivare il sito Web Adobe Muse o eliminare l’account fino a quando non si è sicuri che il nuovo sito Web WordPress funzioni correttamente e che tutte le posizioni dei motori di ricerca e altri parametri cruciali rimangano invariati. Prova il tuo nuovo sito Web correttamente per qualche tempo per assicurarti che il processo di migrazione sia stato un successo.

Usa WordPress ora

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me