Come ospitare un sito Web gratuitamente

Come ospitare un sito Web gratuitamente


Scegliendo a hosting adeguato è fondamentale per qualsiasi sito Web. Garantisce un funzionamento regolare, sicurezza e stabilità. Tuttavia, optare per quello giusto potrebbe essere un compito scoraggiante. I proprietari di siti Web dovrebbero prendere in considerazione vari fattori essenziali tra cui larghezza di banda, archiviazione SSD, backup e dozzine di altri termini che potrebbero non avere senso, soprattutto per i non tecnici.

Qual è il miglior hosting? Quanto dovresti pagare? Quali funzionalità otterrai per quel prezzo? Si tratta di cercare, confrontare e confrontare varie offerte. Per questo motivo, l’hosting web gratuito potrebbe essere una soluzione migliore per iniziare. Avrai la possibilità di approfondire la questione dell’hosting e capire come funziona effettivamente il server senza pagare un solo dollaro.

Inoltre, l’hosting gratuito potrebbe essere un buon modo per acquisire alcune conoscenze e abilità tecniche. Inoltre, puoi utilizzarlo per ospitare un piccolo progetto in caso di budget limitato o testare come funziona il tuo sito Web futuro. Tieni presente che l’hosting gratuito non funzionerà mai per siti dinamici con funzionalità avanzate. Diamo un’occhiata a quali opzioni di hosting gratuito hai e come possono aiutarti.

Modi per ospitare un sito Web gratuitamente

Prima di iniziare, chiariamo alcune cose di base riguardanti l’hosting web. Immagina che un server sia una casa mentre il tuo sito Web è una persona che vive in quella casa con tutte le strutture, le utilità, ecc. Tali utilità possono essere confrontate con le risorse del sito Web (contenuto, codice, script, widget, file multimediali e così via).

Ogni casa situata sulla stessa strada ha lo stesso indirizzo ma con numeri diversi. Il numero assegnato a un determinato edificio è l’indirizzo IP univoco del sito Web. Tutti i vicini condividono le stesse strutture ma per i propri scopi e comfort. La stessa cosa è con i siti Web. Condividono lo stesso server per sfruttarlo al meglio per un funzionamento regolare e per l’accessibilità online.

Sebbene non consideriamo le offerte di hosting a pagamento, esistono due modi principali per ospitare un sito gratuitamente. Loro includono:

  1. Configurare l’hosting da solo – richiede una profonda conoscenza tecnica e informatica. Non va bene per i neofiti.
  2. Utilizzando servizi di terze parti come GitHub – soluzione di facile utilizzo, utile per i neofiti senza competenze.

Diamo una breve occhiata a entrambe le opzioni per capire, quale è meglio e perché.

Configurare l’hosting te stesso

Se decidi di ospitare il tuo sito da solo, dovresti avere una profonda conoscenza tecnica. Inoltre, avrai bisogno di un po ‘di fortuna mentre non tutti i provider di servizi Internet consentono l’hosting web. Dovrai capirlo per contattare direttamente i rappresentanti dell’azienda.

Qualche fortuna? Buona. La fase successiva è completare diversi passaggi vitali:

  1. Scopri il tuo indirizzo IP.
  2. Accedi alla tua rete locale.
  3. Rileva l’IP stesso.
  4. Inserisci l’indirizzo nel protocollo.
  5. Scarica e installa software speciali per gestire database di siti Web.

Nota che i passaggi sopra indicati funzioneranno solo per i guru tecnici. I principianti dovrebbero evitare di dividersi nella procedura, considerando il fatto che hanno un’opzione più semplice.

Usa terze parti

Optando per piattaforme di terze parti come GitHub è un’alternativa migliore per i non tecnici che non vogliono essere coinvolti nel processo tecnico. Tali piattaforme sono progettate per mettere a proprio agio gli utenti quando si tratta di hosting di siti Web. Sono facili da gestire e talvolta hanno un team di supporto.

La cattiva notizia è che le soluzioni server gratuite non sono adatte a tutti i tipi di siti Web. Potrebbero essere una buona alternativa per le pagine statiche con pochi contenuti. I proprietari di siti Web possono utilizzarli come piattaforma di test per verificare il funzionamento di alcune funzionalità del sito Web e il modo in cui viene visualizzato sul Web.

Ottenere spazio libero sul server o larghezza di banda potrebbe sembrare attraente. Tuttavia, il rovescio della medaglia comporta alcuni svantaggi cruciali quando si ospita un sito gratuitamente:

  • Velocità di trasferimento e larghezza di banda limitate – abbiamo iniziato la nostra guida da specifiche tecniche cruciali da considerare nella scelta di un hosting. Bene, una soluzione server gratuita viene fornita con larghezza di banda e velocità di trasferimento limitate. In altre parole, il server non riuscirà a far fronte al crescente traffico. Ciò comporta inevitabilmente cadute costanti e velocità ridotta.
  • Nessun dominio univoco – un altro aspetto negativo cruciale quando si tratta di progetti online che richiedono riconoscimento e una forte rappresentanza web. I servizi gratuiti non forniscono agli utenti domini e non funzionano mai come registrar di domini. È molto probabile che tu ottenga un sottodominio costituito dal nome del servizio principale e dal tuo progetto, che non è utile per i progetti in evoluzione.
  • Sicurezza limitata – un sito Web richiede mezzi di sicurezza costanti per proteggerlo da spam, scansione, codici dannosi, ecc. Solo piattaforme a pagamento offrono strumenti di sicurezza sufficienti con strumenti Anti-Spam, backup e aggiornamenti di sistema. Tutto ciò che puoi fare con le piattaforme gratuite è connettere il certificato SSL.
  • Annunci personalizzati – difficilmente apprezzerai la pubblicità di terzi sul tuo sito web. Tuttavia, è così che fanno i servizi di web hosting gratuiti. Spesso mostrano i loro annunci senza avvisare l’utente.
  • Assistenza clienti limitata – un altro grande svantaggio che rende molto difficile risolvere i problemi tecnici direttamente con i rappresentanti del servizio. Inoltre, alcune piattaforme forniscono guide o tutorial. Nella maggior parte dei casi, dovrai capire da solo il sistema. Una volta che il problema è sorto, non c’è più nessuno che possa aiutare.

Considerando gli svantaggi sopra menzionati, è chiaro che l’hosting web gratuito è utile per piccole pagine statiche, per test o progetti educativi che non richiedono promozione. Alcune piattaforme affermano di essere buone per piccoli blog o portafogli. Bene, l’affermazione sembra essere falsa.

Ad esempio, se prevedi di condividere regolarmente post e articoli di blog diversi con immagini, grafici, tabelle e altri contenuti multimediali, avrai bisogno di una soluzione server più affidabile con spazio su disco e larghezza di banda sufficienti per far fronte al traffico. La stessa cosa è con i portafogli pieni di immagini ad alta risoluzione. Per progetti meno impegnativi, GitHub potrebbe essere un’opzione abbastanza flessibile per ospitare gratuitamente il tuo sito.

Breve panoramica sull’hosting di pagine GitHub

Pagine GitHub

La piattaforma è sul mercato dal 2009. Ha dimostrato di essere un modo semplice e veloce per ospitare siti gratuitamente. Potrebbe essere un buon posto per ospitare i tuoi progetti statici basati su HTML. Inoltre, si presenta come un sistema di gestione e controllo open source. Oltre a una soluzione server gratuita, fornisce anche alcuni ottimi strumenti di collaborazione per gli sviluppatori per condividere e modificare codici durante lo sviluppo di app, siti, ecc.

Ma ci concentriamo principalmente sulle sue strutture di hosting. GitHub Pages è un hosting gratuito che presenta un generatore di pagine Web che ti consente di creare il tuo sito e ospitarlo direttamente dal repository GitHub. Allo stesso tempo, sei libero di ospitare progetti tuoi.

Le piattaforme sono disponibili come provider di hosting statico. Significa zero possibilità di usarlo per pagine dinamiche con molto contenuto, senza database o file manager. Utilizzare la soluzione per e-commerce e progetti aziendali sarà una cattiva idea. D’altra parte, il sistema presenta una serie di vantaggi che i principianti possono trovare utili. Soprattutto, è gratuito, ha una CDN veloce ed è facile da usare. Dai un’occhiata alla nostra guida all’uso dell’hosting di pagine GitHub.

Introduzione alle pagine GitHub

Per iniziare con la piattaforma, è necessario completare i seguenti passaggi:

  1. Creare un nuovo account. Prima di tutto, devi accedere a GitHub. Il processo di registrazione richiede di indicare l’e-mail, il nome utente e la password. Fai clic sul pulsante “Accedi” e vai avanti.
  2. Avvia un nuovo progetto. Ora è necessario creare un nuovo progetto per il nuovo repository del sito Web. Basta fare clic sul pulsante e rinominare il repository utilizzando il nome utente indicato durante il passaggio n. 1. Scegli la cartella (percorso locale) e fai clic sul pulsante “crea un repository”.
  3. Crea un repository Github

  4. Copia i file. Ora è necessario trasferire i file del sito Web nella cartella del repository appena creata. Verrai trasferito in una semplice dashboard con lo spazio per l’inserimento del codice.
  5. Copia i file su Github

  6. Andare in diretta. Ora che tutti i file sono stati copiati correttamente nella cartella del repository, è possibile aggiungere commit e premere il pulsante “pubblica” per andare in diretta.

Ora puoi controllare l’aspetto del tuo sito Web online digitando il suo indirizzo nella barra degli indirizzi del motore di ricerca.

Come collegare il certificato SSL sull’hosting di pagine GitHub

La piattaforma ha ricevuto il supporto HTTPS dal 2016. Ciò significa che tutti gli utenti di GitHub Pages hanno la possibilità di connettere il certificato SSL per rendere i loro siti Web sicuri e protetti per la navigazione. Molti di voi hanno già trovato il lucchetto accanto al nome del sito Web nella barra di ricerca del browser. Questo è in realtà lo strumento che crittografa il traffico tra il browser e il server (Pagine GitHub nella nostra occasione).

Inoltre, il fornitore di hosting ha stretto una partnership con Facciamo crittografare questa è l’autorità di certificazione SSL. Significa che applicare la funzionalità SSL sul tuo sito sarà un gioco da ragazzi. Dai un’occhiata ai passaggi che devi completare:

  1. Inserisci il tuo account GitHub.
  2. Vai alla pagina principale del repository del tuo sito web.
  3. Fai clic sull’icona “Impostazioni” nell’angolo in alto a destra.
  4. Vai alle pagine di GitHub.
  5. Seleziona la funzione “Enforce HTTPS”.
  6. Abilita SSL su pagine GitHub

A volte, le impostazioni manuali possono comportare la pubblicazione di contenuti misti. Significa che alcuni dei file o delle pagine sono ancora disponibili con il protocollo HTTP anche dopo aver applicato SSL con successo. Può causare problemi durante il caricamento delle risorse del sito Web mentre la risoluzione dei problemi richiede un background tecnico. L’uso di GitHub Pages con CloudFlare potrebbe essere un’opzione più semplice.

Un altro modo per abilitare il certificato SSL per il tuo sito Web è utilizzare GitHub Pages insieme all’opzione Cloudflare Universal SSL. È stato implementato quando il provider di hosting non supportava la connessione https. I tempi sono passati mentre l’opzione è ancora disponibile tramite HTTP / 2 in cui CloudFlare agisce come un intermediario che garantisce una connessione sicura tra il sito Web e l’utente finale.

Hosting GitHub: Pro e contro

Di sicuro, la piattaforma GitHub Pages serve gli obiettivi chiave degli utenti. La sua missione principale è quella di consentire ai proprietari di siti Web di ospitare i loro progetti nonostante il budget. Offre alcune buone funzionalità pronte all’uso che lo rendono degno come una pozione di web hosting gratuita. D’altra parte, usarlo per siti di piccole imprese o e-commerce è una cattiva idea.

Professionisti:
Contro:
&# X2714; Completamente gratis – un vantaggio cruciale che è difficile da battere. L’utente ottiene servizi di hosting di base gratuitamente.
&# X2714; Rete di consegna rapida dei contenuti – la piattaforma utilizza potenti CDN per garantire una consegna rapida dei contenuti.
&# X2714; CMS integrato – il sistema ha un editor integrato che consente agli utenti di generare siti, archiviare file e distribuire il progetto.
&# X2714; Ottimizzazione – le piattaforme abilitano automaticamente le tecnologie a decomprimere e minimizzare le risorse del sito web.
Strutture limitate – per siti Web non superiori a 1 GB. Gli utenti possono contare su una larghezza di banda limitata (100 GB al mese) e archiviazione, il che è negativo per i progetti in crescita con più file multimediali.
Solo pagine Web statiche – il sistema supporta solo pagine statiche basate su HTML. Non va bene per i siti Web dinamici con contenuti in costante aggiornamento.
Solo dominio personalizzato – non sarai in grado di ottenere un dominio esclusivo per il progetto. Includerà comunque il marchio di hosting.
Nessuna modifica dell’URL – ogni pagina o sezione URL terminerà con .html.
Supporto limitato – il sistema ha una vasta base di conoscenze sebbene non ci siano modi per ottenere assistenza immediata. Tuttavia, gli utenti possono comunque optare per un sistema di ticketing e-mail tradizionale.

Conclusione

L’hosting di un sito Web gratuito potrebbe funzionare solo come soluzione a breve termine, poiché il tuo progetto richiederà più servizi a un certo punto del suo sviluppo. Piattaforme come GitHub potrebbero essere utili per progetti piccoli e semplici. È possibile utilizzare l’hosting gratuito come piattaforma di test per verificare la funzionalità del sito in condizioni di vita reale.

Se nessuno dei suddetti riferimenti si riferisce al tuo sito Web o sei interessato a lanciare progetti di e-commerce o di piccole imprese che generano molto traffico e richiedono aggiornamenti costanti, è meglio optare per offerte di hosting a pagamento. Forniscono strutture di archiviazione e larghezza di banda estese, offrono mezzi di sicurezza aggiuntivi, un supporto clienti migliorato e altro per consentire agli utenti di concentrarsi sull’evoluzione del sito Web.

Ospita un sito Web gratuitamente

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map