Come convertire un sito WordPress in un sito Web HTML statico

Come convertire un sito WordPress in un sito Web HTML statico


WordPress – è una delle piattaforme più flessibili che consente agli utenti di creare siti Web di qualsiasi tipo. Combina facilità d’uso e versatilità in termini di personalizzazione della pagina o integrazione di terze parti. Milioni di siti Web in tutto il mondo sono realizzati utilizzando questa popolare piattaforma CMS. L’unica attività che non può svolgere è la creazione di pagine HTML statiche.

I proprietari di siti Web possono avere vari motivi per tornare alle versioni HTML. Alcuni potrebbero desiderare una maggiore velocità di caricamento della pagina, mentre altri si preoccupano dei problemi di sicurezza. Qualunque sia la ragione, il processo di conversione di un sito WordPress in un sito Web HTML statico è una vera sfida. Richiede un po ‘di tempo, nonché strumenti speciali, abilità e pazienti.

Questo articolo tratterà di tutte le questioni essenziali del processo di conversione descrivendo i motivi principali per tornare alla versione del sito Web HTML e le occasioni in cui tale idea non funzionerà.

Motivi per convertire il sito WordPress in HTML

Il CMS consente agli utenti di creare siti Web di natura dinamica sin dalle origini. In altre parole, ogni volta che accedi a un sito Web WordPress, è costretto a scaricare dinamicamente tutte le pagine e i contenuti. Questo fatto può avere un effetto negativo sulla velocità di caricamento della pagina.

Una versione di un sito Web statico potrebbe essere una buona soluzione al problema. La conversione delle pagine basate su WP può farti trarre vantaggio da una maggiore stabilità e velocità del sito. I problemi di sicurezza sembrano essere un altro motivo per la conversione in un sito Web HTML statico che non riserva spazio agli hacker o ai truffatori per sfruttare i dati del sito Web. Allo stesso tempo, nessuna memorizzazione dinamica dei dati significa un caricamento della pagina più rapido.

Riassumendo i motivi, potrebbe essere necessario convertire il tuo sito Web a causa di quanto segue:

  • Scopi di sicurezza – non è necessario che i server eseguano il rendering delle pagine ogni volta che un nuovo utente visita il tuo sito Web. L’unico invio di codice HTML invece di rendere più difficile per gli hacker sfruttare i dati.
  • Prestazioni più veloci – le pagine dinamiche si caricano più lentamente rispetto alle versioni statiche, poiché non è necessario che i server generino pagine e dati in movimento.
  • Meno errori – le pagine statiche dichiarano di offrire una migliore stabilità. Sono meno inclini a errori relativi alla connessione al database.

Nonostante il fatto che le pagine statiche appaiano più affidabili, la natura dinamica di WordPress non è certo uno svantaggio. Dipenderà tutto dal tipo di sito Web, dalla sua struttura, dalla quantità di pagine, dal volume del contenuto, ecc. In altre parole, avere una versione statica non è sempre una buona idea.

Leggi anche:
Costruire un sito Web WordPress – un tutorial completo su come creare il tuo sito Web WordPress.

Pro e contro della conversione del tuo sito WordPress

Prima di iniziare il processo di conversione, devi capire chiaramente se funzionerà per il tuo particolare tipo di sito Web.

Professionisti:
Contro:
&# X2714; Una buona idea per piccoli siti Web con una struttura semplice e pochi contenuti. L’idea funzionerà per portafogli, archivi online e altri siti senza funzionalità complesse.
&# X2714; Non è necessario aggiornare il sito Web HTML statico. WordPress richiede plugin regolari e aggiornamenti dei widget. Con HTML statico, non devi preoccuparti di questi processi.
&# X2714; Accesso più semplice al codice sottostante. Non è necessario accedere a modelli HTML o CSS come in WordPress. L’intero codice sorgente è proprio di fronte a te con tutti gli elementi di cui potresti aver bisogno.
✘ Non funzionerà con siti Web con una struttura più complessa e enormi volumi di contenuti.
✘ La mancanza di funzionalità. Ogni volta che si desidera aggiungere una nuova opzione o funzionalità, si richiedono anche buone capacità di codifica.
✘ Funzionalità di progettazione limitata. Una volta che hai deciso di cambiare l’aspetto del tuo sito web statico, dovrai affrontare la riscrittura CSS che è una vera sfida.

Se non hai abbastanza background tecnico, assumere uno sviluppatore professionista è l’unica soluzione per personalizzare il tuo sito Web HTML statico. Da questo punto di vista, WordPress sembra più flessibile e intuitivo. Devi pensarci due volte prima di convertire il tuo sito tenendo conto del suo tipo, struttura futura, contenuto, usabilità, ecc. Anche un semplice blog con articoli aggiornati quotidianamente può rivelarsi una sfida.

Leggi anche:
Passare da WordPress a Wix – una guida dettagliata dettagliata su come convertire il tuo sito WordPress in quello di Wix.

Modi per migrare da WP a una versione HTML statica

Se hai deciso di convertire il sito Web in una versione HTML statica, puoi scegliere diversi percorsi. Alcuni sono piuttosto semplici mentre altri richiedono uno sfondo specifico. In questo articolo, abbiamo fatto del nostro meglio per coprire tutte le opzioni disponibili.

1. Usa plugin

L’intero processo di migrazione del sito Web potrebbe sembrare un’attività complessa. Tuttavia, alcuni plugin renderanno il compito un po ‘più facile da completare. Diamo un’occhiata ad alcuni dei plugin più popolari disponibili per gli utenti WP:

  • Plugin semplicemente statico per WordPress. Inizialmente sviluppato come plug-in open source, è stato progettato per soddisfare le esigenze di conversione degli utenti. Il plugin in realtà crea una copia HTML del sito Web con tutte le pagine della versione originale di WP. Il processo di conversione con Simply Static comprende JS e CSS, immagini o altri tipi di file contenenti collegamenti. Un’altra grande caratteristica è la capacità del plug-in di sostituire effettivamente tutti i tipi di URL, inclusi quelli offline, relativi o assoluti.
  • WP2Static Plugin. Uno strumento facile da usare ma potente per gestire il processo di conversione veloce. È in grado di generare l’intera copia del sito Web trasformandola in una versione HTML statica con tutte le pagine. Gli utenti sono liberi di impostare varie attività e obiettivi di esportazione per ciascun progetto separato. Viene fornito con funzionalità di hosting GitHub gratuite e integrazione con strumenti CI.

2. Utilizzare i generatori di siti

I generatori di siti statici popolari potrebbero anche essere una buona soluzione. Agiscono praticamente allo stesso modo dei plugin, anche se con alcune lievi differenze. Ecco alcuni esempi:

  • Jekyll generatore di sito statico. Lo strumento è perfetto per coloro che hanno bisogno di convertire piccoli siti Web come blog o portafogli. Supportato da GitHub, utilizza directory modello già pronte con diversi formati di testo e file. Non solo converte il sito Web, ma lo rende anche per generare una versione HTML statica stabile.
  • Pellicano generatore di sito statico. Questo strumento può funzionare per coloro che si occupano di formati come Markdown o AsciiDoc. Un grande vantaggio è che il generatore di siti ha funzioni speciali che facilitano la generazione di file Sitemap, il che è cruciale. Allo stesso tempo, supporta feed RSS, strumenti analitici, integrazione con piattaforme di social media, ecc.
  • HTTrack convertire un sito WP in HTML statico. È un buon strumento per coloro che vogliono verificare l’aspetto del loro sito web dopo la conversione ma prima di andare online. Il sistema viene fornito come una piattaforma open source con la funzionalità per scaricare il tuo sito Web mantenendo la stessa struttura. Utilizza l’archiviazione locale con le directory create appositamente per i file e le immagini del tuo sito Web. Allo stesso tempo, HTTrack crea l’HTML del sito permettendoti di navigare offline nel progetto.

In altre parole, si ottiene un sito mirror che è stato scaricato sull’unità locale. Ha la stessa struttura del progetto WP iniziale con tutti i contenuti generati dinamicamente, inclusi commenti, post recenti, articoli correlati, ecc.

Il principale svantaggio è che dovrai comprimere i file, poiché lo strumento li salva separatamente. Inoltre, il sistema è piuttosto complicato da usare. Dovresti sapere come accedere al file manager o al client FTP per caricare l’archivio con i contenuti e i file del sito Web con la loro ulteriore estrazione a seconda della directory.

3. Conversione manuale in HTML

In alcuni casi, è meglio creare un nuovo sito Web HTML piuttosto che optare per gli strumenti di migrazione. Non si tratta solo di complessità o problemi tecnici. Alcuni generatori di siti statici non supportano elementi vitali del sito Web come moduli di contatto, strumenti di navigazione WP nativi, ecc. In altre parole, potresti trovare la tua versione statica con alcuni blocchi cruciali mancanti.

È qui che la creazione di un nuovo sito Web HTML da zero potrebbe sembrare una soluzione più rapida ed efficace. Ecco perché:

  • Processo di installazione complicato. Come hai capito dall’articolo, convertire il tuo sito Web WP da solo è una seccatura. Il processo richiede innanzitutto il mobbing del progetto su un sottodominio. Quindi dovrai scaricare tutti i file e i plugin nel dominio originale.
  • CDN potrebbe essere richiesto. Il tuo sito Web HTML statico potrebbe richiedere l’installazione della rete di distribuzione dei contenuti. Ancora una volta, dovrai gestire il processo da solo. La CDN è fondamentale per la gestione delle risorse del sito.
  • Impostazione dei reindirizzamenti. Sfortunatamente per i proprietari di siti Web, i plug-in e i generatori di siti di solito non gestiscono reindirizzamenti 301 o 302 reali. L’unico modo per far fronte ai reindirizzamenti è configurarli sul pannello di hosting del tuo sito Web..
  • Molto tempo richiesto. Ti sbagli se pensi che il processo di conversione sia veloce. Potrebbe volerci molto tempo. La conversione degli strumenti non si limita a distribuire alcune delle pagine degli elementi del sito Web. Gestiscono il processo di ripubblicazione dell’intero progetto, che non è certo una questione di un paio d’ore. Più è grande il sito Web, più tempo ci vorrà per migrare.
  • Mancanza di funzionalità. I generatori di siti statici non supportano alcune sezioni essenziali del sito come moduli di contatto, commenti, ecc. Dovrai cercare altre vie d’uscita.

Come puoi vedere, il processo di conversione del tuo sito Web WP in HTML non è così semplice e veloce come potresti pensare. Da questo punto di vista, potrebbe essere un’idea migliore ideare un nuovo progetto con tutte le pagine e le sezioni che funzionano senza intoppi invece di reindirizzare i tuoi visitatori alla pagina 404 non trovata.

La linea di fondo

La conversione del tuo sito Web WordPress in una versione HTML statica potrebbe sembrare una buona soluzione ad alcuni problemi. Potrebbe essere una via d’uscita per siti Web piccoli e meno complessi che richiedono maggiore velocità di caricamento, maggiore stabilità o sicurezza. D’altra parte, il processo è molto complicato e richiede una profonda conoscenza.

Inoltre, non si tratta solo di scegliere uno strumento e di convertire il sito in pochi clic. È un processo lungo e complicato che non si traduce sempre in quello che ti aspetti. È necessario considerare diverse opzioni tra cui la creazione di un nuovo sito HTML da zero.

Crea un sito Web gratuitamente

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me