Revisione Drupal

Drupal – è un CMS open source gratuito, che viene fornito come base con funzionalità generali e set tematici necessari per risolvere determinate attività come la creazione di un negozio Web, ad esempio. Generalmente, il sistema è un costruttore di siti Web compilato di moduli che un webmaster organizza nella configurazione richiesta.


Le principali funzionalità di Drupal comprendono flessibilità e opportunità di risolvere gli stessi compiti in vari modi. Questo rende il sistema popolare tra i web designer professionisti, che privilegiano soprattutto la libertà di azione. Allo stesso tempo, Drupal sarà uno strumento utile per i neofiti. Hai solo bisogno di dedicare un po ‘di tempo all’apprendimento delle basi delle sue prestazioni.

1. Facilità d’uso

Sarà più difficile per i principianti esplorare l’intero set di funzionalità di Drupal rispetto a WordPress o Joomla, per esempio. Tuttavia, non dovranno affrontare seri problemi durante la padronanza della piattaforma. È possibile andare senza competenze di programmazione e utilizzare solo attività già pronte o anche scaricare il pacchetto di installazione del software necessario per completare una determinata attività come lancio di un sito web di e-commerce, per esempio.

Drupal Editor

Puoi usare Drupal come base per l’organizzazione del sito di notizie, lancio di un forum e portale con la componente social sviluppata, effettuando vendite online. Qualunque idea tu abbia, troverai un catalogo che offre un modulo o un software gratuito con il set di funzionalità già pronto necessario per completare con successo la tua attività. La consapevolezza delle competenze richieste corrispondenti aiuterà l’utente a creare moduli in modo indipendente o modificare le estensioni disponibili.

2. Set di funzionalità e flessibilità

Drupal è più simile a un framework di gestione dei contenuti che a un sistema. In generale, questa è la base che un utente riempie in modo indipendente con moduli e applicazioni necessari per prestazioni decenti del sito Web.

La base stessa fornisce una quantità troppo limitata di strumenti di gestione dei contenuti. Questo non è un errore degli sviluppatori, ma una soluzione ben ponderata che evidenzia la flessibilità del sistema e il suo orientamento su sviluppatori esperti o su coloro che sono pronti per imparare, leggere forum e guardare video manuali.

Tuttavia, anche un set di strumenti così minimalista include elementi che contano molto per un sito Web futuro. Questi sono, ad esempio, strumenti preinstallati per l’organizzazione di account utente personali. Aiutano a sviluppare portali su larga scala con forum e altri mezzi sociali di interazione dell’utente.

Drupal Crea messaggio

La base fornisce solo quelle funzionalità, che sono indispensabili creazione di un sito Web CMS da zero. Ulteriore formazione di funzionalità è realizzata attraverso l’integrazione di moduli, che sono responsabili dell’aggiunta di queste o quelle funzionalità. Tuttavia, l’avvio di un sistema per progetti simili da zero non è la soluzione più conveniente. Ecco perché, gli utenti hanno implementato un’opportunità per formare pacchetti di installazione di software che funzionano alla grande per l’effettivo completamento di una determinata attività.

Supponiamo che tu abbia intenzione di creare un negozio online con Drupal. Ci sono due modi per farlo qui, vale a dire:

  1. Per scaricare la versione di sistema di base, trova e scarica i moduli di eCommerce da solo, quindi personalizza e configura il sito web in base alle tue esigenze.
  2. Per scaricare il pacchetto di installazione del software corrispondente e creare un sito Web con il suo aiuto.

La seconda opzione è molto più semplice, ma si tratta solo dello sviluppo di attività tipiche. Se crei un sito Web con funzionalità insufficiente, qui rimane solo una variante: scaricare la base del framework Drupal e aggiungere in modo indipendente moduli e applicazioni.

Per aiutarti a comprendere la gamma di attività che puoi risolvere con le opzioni del pacchetto di installazione del software, dai un’occhiata al breve elenco di raccolte tematiche:

  • Atrio aperto – una soluzione aziendale con un blog, un calendario e un elenco di cose da fare.
  • Drupal Commons 3.0 – una rete aziendale con diritti di accesso condivisi, profili utente e notizie.
  • Driggs – una raccolta necessaria per creare siti Web di notizie.
  • OpenStore – un pacchetto di installazione software con un set di strumenti necessario per organizzare le vendite online.

L’estensibilità di Drupal ha un’importante peculiarità, che differenzia la piattaforma da un CMS simile. Mentre WordPress consente di aggiungere una certa funzionalità installando un plug-in, i moduli Drupal vengono utilizzati principalmente in combinazioni. Questa è anche la soluzione intenzionale degli sviluppatori web in quanto tale approccio consente ai moduli di contribuire reciprocamente alle serie di funzioni senza alcuna duplicazione.

Impostazioni Drupal

Per installare un modulo, dovresti inizialmente scaricare il file sul tuo computer e quindi aggiungerlo alla piattaforma attraverso la sezione “Estensioni” nella dashboard. Drupal non ha un comodo catalogo integrato come quello in WordPress. Non andrai affatto senza moduli qui.

Ad esempio, per aggiungere pagine e contenuti, il sistema utilizza lo strumento visivo CKEditor. Per ottenere gli strumenti più utili necessari per la pubblicazione di pubblicazioni, è necessario abilitare il modulo IMCE. Il modulo “Tassonomia” è responsabile della visualizzazione delle pubblicazioni sul sito Web. Questo per non parlare dei parametri SEO, che sono assenti nel set di base.

Drupal SEO

Drupal si adatta ai requisiti del motore di ricerca per impostazione predefinita, ma per migliorare le posizioni del tuo sito Web nei risultati del motore di ricerca, dovrai utilizzare i moduli. L’ottimizzazione tecnica comprenderà diverse fasi:

  • Configurazione alias.
  • Integrazione di metadati e micro layout.
  • Creazione Sitemap.

Il contenuto è presentato nel sistema in modalità nodo: questi sono gli elementi forniti con i propri URL. I loro indirizzi sono comprensibili per le macchine, mentre le persone potrebbero trovarlo complicato percepirle poiché differiscono solo per i numeri disponibili alla fine del collegamento.

Drupal SEO

Per creare l’URL comprensibile per la pubblicazione o la pagina, è fondamentale utilizzare sinonimi: questi sono i cosiddetti alias. Puoi farlo manualmente quando pubblichi la posta o automatizzi il processo usando la combinazione di moduli Token, CTool e Pathauto.

Per far funzionare correttamente l’intero sistema, devi impostare il modello, ma è molto più conveniente che aggiungere manualmente gli alias ogni volta.

Per rendere i metadati visualizzati nell’editor, è necessario installare anche i moduli SEO. Una delle combinazioni più popolari è Metatag e SEO in tempo reale per Drupal. Subito dopo la loro aggiunta e attivazione, la sezione con meta tag apparirà sulla pagina di aggiunta e modifica dei contenuti. I moduli hanno anche impostazioni. Ad esempio, è possibile aggiungere manualmente le descrizioni o utilizzare il frammento di testo fornito automaticamente.

La Sitemap è necessaria per una corretta indicizzazione delle risorse. Per crearlo, utilizzare la Sitemap XML. Nella modalità automatica, solo la homepage verrà aggiunta alla mappa. Ecco perché, devi aprire le impostazioni del modulo e aggiungere manualmente altre pagine del sito web.

3. Disegni

Numero di temi:2000+
Temi gratuiti&# X2714; SÌ
Costo temi a pagamento:$ 23- $ 58
Responsive Design&# X2714; SÌ
Ordina per settore:&# X2714; SÌ
Modifica del codice CSS:&# X2714; SÌ

Drupal ti consente di impostare non solo il design della sezione utente, ma anche quella della dashboard. Questa è un’altra sfumatura, che dimostra la flessibilità del sistema. Ciò è particolarmente importante per i web designer esperti, che hanno impostato il sistema per soddisfare le proprie esigenze in tutti gli aspetti.

Subito dopo l’installazione di Drupal, un utente ha accesso a diversi modelli standard. Puoi scegliere una delle varianti disponibili e modificarla o procedere direttamente al catalogo sul sito ufficiale. Offre oltre 2000 modelli: ci sono temi che non hanno nemmeno un design reattivo, ma puoi anche imbatterti in varianti contemporanee. Ovviamente, ha senso scegliere modelli reattivi per rendere il sito Web facilmente accessibile da altri dispositivi, ad eccezione di quelli desktop.

Lo svantaggio principale è l’incapacità di installare il tema che ti piace direttamente dalla dashboard, poiché ciò può essere fatto in WordPress. Per aggiungere un nuovo modello al sistema, dovresti inizialmente scaricarlo sul tuo computer come file di archivio e quindi caricarlo sul server del sito Web attraverso la sezione Aspetto.

Il modello caricato diventerà accessibile nell’elenco generale dei modelli installati: dovrai solo selezionarlo e attivarlo.

Impostazioni del tema Drupal

Non importa quanto sia attraente il modello scelto, dovrebbe essere personalizzato a vantaggio aggiungendo / eliminando widget, impostando menu, scegliendo combinazioni di colori, creando loghi ecc. Per completare queste attività, Drupal offre due strumenti principali:

  • Layout a blocchi – l’editor visivo, in cui il design generale del sito Web è impostato proprio come quello dei più famosi costruttori di siti Web – ovvero trascinando gli elementi già pronti.
  • Impostazioni tema – parametri del modello, utilizzando i quali è possibile modificare completamente la combinazione di colori, specificare i parametri di visualizzazione delle immagini, impostare il logo e la favicon.

Se non riesci a trovare un tema adatto nella raccolta di modelli gratuiti o non riesci a impostare il modello di cui hai bisogno, puoi ordinare lo sviluppo del design da web designer professionisti. Fortunatamente, Drupal è un sistema abbastanza diffuso e popolare che ti consente di trovare uno specialista in questo ambito senza problemi.

4. Assistenza clienti

È difficile chiamare l’assistenza clienti Drupal troppo ampia, ma le opzioni che offre coprono la quantità prevalente delle esigenze degli utenti. Ciò riguarda in particolare gli utenti alle prime armi, che fanno del loro meglio per esplorare e padroneggiare tutte le sfumature della piattaforma prima di lanciare siti Web con essa.

Drupal vanta una vasta gamma supporto alla comunità e l’abbondanza di materiali educativi che forniscono tutte le informazioni richieste sull’uso del sistema, le sue specifiche, le principali caratteristiche e i dettagli delle applicazioni.

C’è un potente forum della comunità qui, che contiene più argomenti relativi a Drupal e viene aggiornato regolarmente dagli utenti del sistema e dagli esperti. Per contattare il team di supporto, è possibile utilizzare l’opzione e-mail, le comunicazioni telefoniche e persino il supporto live.

5. Politica dei prezzi

Drupal è disponibile per il download o l’installazione gratuiti dalla dashboard presente sull’hosting. I pacchetti di sistema possono essere trovati in raccolte o piani Linux separati, ma per lo più non corrispondono alla versione richiesta. Pertanto, la loro applicazione potrebbe non essere del tutto sicura.

Oltre alle basi del sistema, ci sono varie raccolte, ad esempio la versione Drupal leggera o la soluzione pronta per un negozio web. Sono anche disponibili per download gratuito, ma alcuni pacchetti di installazione del software non sono stati aggiornati per un periodo piuttosto lungo. Ecco perché, scaricare le basi e aggiungere moduli insufficienti o installare il sistema tramite la dashboard disponibile sull’hosting sono le soluzioni più sicure.

Tuttavia, devi ancora pianificare un determinato budget prima di creare un sito Web su Drupal. I soldi saranno spesi per l’hosting (consigliamo Bluehost) e nome di dominio. Quest’ultimo viene acquistato per un anno con la possibilità di prolungamento o potrebbe essere ottenere gratuitamente. Il costo del dominio dipende generalmente dalla zona di appartenenza, ma in genere dovresti contare su $ 15- $ 30 all’anno. Hosting condiviso costerà circa $ 3- $ 5, contati per un mese.

6. Pro e contro

Il vantaggio principale di Drupal è già stato menzionato più volte. Questa è la flessibilità del sistema che consente di configurarlo in base alle proprie esigenze. Nel pacchetto base, la piattaforma offre solo il set minimo di funzionalità, ma l’uso intelligente di estensioni e competenze lo trasforma in un sistema di sviluppo di progetti universale in grado di risolvere compiti di diverso livello di complessità. Altri vantaggi sono i seguenti:

  • Prestazioni sostenibili delle basi del sistema.
  • Codice aperto, che ha accumulato la comunità di utenti avanzata attorno al sistema.
  • Livello di sicurezza elevato.
  • Prestazioni più rapide grazie all’incasso del singolo sistema.
  • Ricca base di documenti extra gratuiti, inclusi temi ed estensioni.

Qualsiasi utente può creare moduli con Drupal, ma verranno aggiunti al catalogo solo dopo una moderata moderazione. Ecco perché, se usi fonti attendibili, non incontrerai problemi di malware o quelli associati a moduli scarsamente protetti.

Un altro vantaggio che deve essere considerato qui è il sistema di supporto organizzato dagli utenti Drupal. La piattaforma è abbastanza difficile da padroneggiare da parte dei neofiti. Ecco perché, la maggior parte degli utenti si trova spesso a dover cercare le risposte alle loro domande altrove. La maggior parte dei problemi standard è stata discussa nei forum degli utenti di Drupal, ma se hai riscontrato un errore che nessuno ha mai riscontrato prima, la community può aiutarti a risolverli collettivamente senza alcuno sforzo.

Il sistema ha anche i suoi demeriti, che sono abbastanza ovvi, anzi. Gli utenti alle prime armi troveranno difficile immergersi nel processo di sviluppo Web fin dall’inizio. Inizialmente dovrai trascorrere del tempo per esplorare il motore e leggere i forum. Il processo può sembrare complicato rispetto a WordPress, ad esempio, ma non è così – hai solo bisogno di più tempo per capire come è organizzato tutto qui.

Se continuiamo a confrontare Drupal con WordPress, Drupal ha meno modelli e moduli, il che è abbastanza ovvio. Tutti gli elementi e le caratteristiche migliori sono forniti agli utenti con licenza a pagamento. La situazione è simile su altri CMS gratuiti, ma la quantità di offerte gratuite ti consente di trascurare con successo questo inconveniente.

Un altro demerito è tecnico e influisce sul costo del sito Web. Drupal si rivolge spesso al database. Ecco perché, è necessario acquistare hosting più costoso per supportare le prestazioni decenti del tuo progetto rispetto ad altri CMS gratuiti.

Linea di fondo

Il pubblico target di Drupal ha sempre incluso web designer più esperti, che apprezzano soprattutto la scalabilità e la potenza del sistema. Tuttavia, la comunità di utenti professionisti ha fatto molto per rendere la piattaforma apprezzata dai neofiti. Il database delle conoscenze e le raccolte pronte hanno diminuito la curva di apprendimento iniziale, ma Drupal rimane ancora un sistema abbastanza complicato e difficile da padroneggiare rispetto a WordPress o ai costruttori di siti Web.

Prima di dare la preferenza a questo CMS, è necessario valutare la complessità del progetto. Si consiglia di utilizzare Drupal per progetti su larga scala, che stabiliscono la flessibilità, la sostenibilità e la sicurezza come priorità principali rispetto alla facilità d’uso.

Se hai intenzione di creare un blog o un negozio web con un assortimento limitato di prodotti, sarà molto più semplice esplorare e padroneggiare WordPress o Joomla, se non preferisci costruttori di siti Web contemporanei. Si tratta di servizi contemporanei, che offrono le funzionalità necessarie per risolvere una straordinaria varietà di idee senza imporre requisiti elevati alle competenze tecniche degli utenti.

Prova Drupal gratuitamente

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me